Il Circolo Artistico di Venezia

La storia, maestra di vita, ci porta spesso a ripercorrere itinerari fantastici che inevitabilmente ci conducono a tempi lontani, ove ogni nostra realtà trae le sue origini.

Questo concetto ci riporta alle circostanze che hanno fatto nascere l'idea del Circolo Artistico e cioè all'anno 1871 quando, ad esempio, Vittorio Emanuele II costituiva "l'Opera di Soccorso per artisti poveri e bisognosi". Tempi duri, allora, per quegli artisti anche di valore che non erano riusciti ad affermarsi.

Il Circolo Artistico venne fondato nel 1919, grazie alla volontà del Principe Umberto di Savoia; lo storico edificio di Palazzo delle Prigioni fu affidato pertanto dallo Stato in uso gratuito al Circolo Artistico di Venezia perchè ne facesse la sua sede.

Nel 1922 il Circolo si insediò quindi ufficialmente nella sua nuova sede, mantenuta ancora oggi a pieno titolo in virtù della Nota Ministeriale 24 gennaio 1922 e ribadita dal Comune di Venezia nell'anno 1924.

Da allora i molti eventi succedutisi costituiscono un lungo cammino culturale che vedono il rifiorire, in un'ottica moderna, di molte attività ed iniziative ad ampio respiro, con particolare attenzione al mondo giovanile.